INIZIA LA BATTAGLIA PER LA LIBERTA’. SPAZZIAMO VIA LA PARTITOCRAZIA ITALIANA DAL VENETO

Indipendenza e civiltà si ottengono dando fiducia all’unica forza che ha un progetto concreto di benessere per il futuro del Veneto.

follaVisibilità. La battaglia per le elezioni regionali è entrata nel vivo e gli eserciti della partitocrazia cleptomane italiana ha occupato militarmente televisioni e carta stampata.
Il nostro messaggio indipendentista difficilmente potrà competere con il loro sui quei mezzi di loro proprietà e dovremo abituarci a sentire la frase “non avevo mai sentito il vostro nome”, in quanto le persone hanno la memoria corta.
Quando ce lo diranno, rispondiamo “noi siamo quelli che hanno organizzato il referendum di indipendenza del Veneto nel 2014, ottenendo oltre due milioni di voti per la Repubblica Veneta: abbiamo fatto più noi in 2 settimane per l’indipendenza che non la lega in 25 anni di bugie e di diamanti”.
Scherzi a parte, è chiaro ed evidente che nelle prossime 7 settimane dovremo abituarci ad affrontare una campagna “carsica”, “sotterranea”, che prevede la nostra capacità di diffondere i messaggi in profondità nel tessuto sociale del Veneto profondo.

Progetto. È il nostro punto di forza. L’impossibilità tecnica di indire un nuovo referendum regionale svuota i partitini indipendentisti che corrono a fianco della lega o in ordine sparso e che non hanno avuto il coraggio di affiancarsi a Veneto Sì e Plebiscito.eu nel sostenere il referendum di indipendenza del Veneto del 2014, oggi certificato a livello internazionale. I partiti italiani vivono solo di bugie e di furto dei nostri soldi e nessuno di loro ha uno straccio di visione per il futuro. Gli unici che hanno un progetto concreto e stanno operando fattivamente per la sua attuazione siamo noi.

Voto utile. Molti ritengono che un voto per l’indipendenza possa essere sprecato alla luce del confronto tra destra e sinistra. La spaccatura di entrambi i fronti italiani dimostra invece che neanche al loro interno credono più a tali bugie, finalizzate solo a perpetrare il furto dei nostri soldi, per garantire la mangiatoia italiana ai danni del Veneto. Una cosa è erta: il voto dato a loro è inutile e questo è scientificamente dimostrato da 25 anni di furti e fallimenti ai danni dei Veneti. L’unica soluzione è data dall’indipendenza e l’unica forza concreta che ha saputo dare la voce ai cittadini veneti è Veneto Sì / Plebiscito.eu. Il voto a noi significa indipendenza, libertà, speranza, futuro, civiltà. È l’unico voto utile per spazzare via la partitocrazia italiana dal Veneto e mandarli a lavorare (e più di qualcuno anche in galera).

Come sarà il Veneto indipendente nel 2025? Meno di un quarto delle tasse che paghiamo oggi per avere un 10-30% di aumenti in servizi ai cittadini. Dove troviamo i soldi per finanziare tutto ciò? Semplice, trattenendo ciò che oggi ci viene rubato o viene sprecato, che ogni anno con l’indipendenza genera un surplus finanziario di 20-40 miliardi di euro. Il Veneto sarà isolato nel mondo globale? No, il Veneto e Venezia saranno il nuovo hub globale che farà da baricentro logistico delle nuove reti di comunicazione intercontinentali. Un esempio? Le nuove vie della seta, che dall’Asia per terra e per mare si uniscono a Venezia, che saranno terminate nel 2025 e che prevedono una capitalizzazione di 21,3 triliardi di dollari. Esse sono un nuovo Piano Marshall che necessita della piena indipendenza del Veneto per trasformare la nostra Terra da incubo italiano a snodo strategico di una nuova forma di civiltà globale interconnessa.

Firme. Entro pochi giorni i moduli di raccolta firme saranno distribuiti in tutti i municipi del Veneto. Prepariamoci a una mobilitazione di massa per far firmare tutti i nostri concittadini. Per presentarci alle elezioni servono 12.500 firme in tutto il Veneto e dovremo raccoglierle velocemente entro fine aprile.

Passaparola. La nostra arma vincente è il coinvolgimento capillare dei veneti, come abbiamo dimostrato di saper fare a marzo 2014 e anche nel mese scorso. Ora ci aspetta un nuovo compito, ma sarà una gioia portarlo a termine, sapendo che è il passaggio per la conquista della libertà.

Ufficio comunicazione
Veneto Sì – Plebiscito.eu

Per aiutarci nella raccolta delle firme e far parte del Comitato Elettorale per l’elezione di Gianluca Busato a Presidente del Veneto, compila il modulo che trovi di seguito.

Adesione al Comitato Elettorale per l'elezione di Gianluca Busato a presidente del Veneto

Con la seguente dichiarazione sottoscritta, dichiaro la mia volontà di aderire al Comitato Elettorale per l'elezione di Gianluca Busato a presidente del Veneto.

Con la sottoscrizione della presente, ai sensi del D.Lgs. 196/2003 (legge sulla “privacy”) autorizzo Veneto Sì al trattamento dei miei dati personali secondo le modalità indicate nella nota informativa pubblicata all'indirizzo web http://www.venetosi.org/privacy

Lascia un commento